Un popolo in cammino per difendere la vita… del concepito e la nostra

Il Populista 20 Maggio 2019

Dal 1978 a oggi sei milioni e molti più esseri umani innocenti uccisi dalla legge 194 sull’Ivg. Persone che avrebbero dovuto pagare le nostre pensioni, che avrebbero dovuto acquistare i beni prodotti dalle nostre imprese e aumentare la ricchezza del Paese. Una questione che dovrebbe riguardare tutti e non solo i prolife.

di Pietro Licciardi

Leggi tutto

IX Marcia Nazionale per la Vita: da Roma l’appello in difesa dei più deboli

Ora pronti per lavorare nel quotidiano con l’appuntamento per il prossimo anno già fissato: 23 maggio 2020

Pronti, partenza, via! Anche una piccola rappresentanza della Rete Famiglie Roma si è unita quest’anno alla IX Marcia nazionale per la vita, associando i colori del suo stendardo a quelli bellissimi di tutte le associazioni, gruppi, scuole e congregazioni religiose che sono scese in piazza in favore della vita umana innocente!

La difesa dei più deboli, infatti, è un Valore che unisce sempre! Due gli aspetti che ci hanno maggiormente colpito. Anzitutto il sostegno convinto di due grandi vescovi, Mons. Luigi Negri, che ha marciato con noi e Mons. Antonio Suetta che ha filmato un videomessaggio per la Marcia per la Vita 2019, proiettato dal palco alla fine della manifestazione.

Secondo aspetto, la partecipazione di molte delegazioni venute dall’estero. Associazioni e singoli provenienti da Francia, Spagna, Polonia, Romania e Canada. Tutti abbiamo colorato, nel silenzio dei media (più colpevole quello dello RAI), le vie del centro di Roma con le bandiere di tante realtà di speranza e azione civile, nonché di svariati Paesi europei ed occidentali.

Il prossimo anno ci saremo a dire No all’aborto e Sì al futuro per la nostra comunità. L’impegno più eroico, comunque, è quello di testimoniare il W la vita nel quotidiano. Noi ci stiamo!