Ci vorrebbe un Alberto Manzi anche per gli immigrati…

da Il populista 10 Aprile 2019

Nei giorni in cui è in scena al Piccolo Teatro Studio di Milano uno spettacolo sul mondo della scuola intitolato “Il ragazzo dell’ultimo banco”, scritto dallo spagnolo Juan Mayorga e con la regia di Jacopo Gassman, ripensiamo a quanto possa servire anche oggi lo stile e la “missione” dell’innovativo maestro interpretato da Claudio Santamaria nella fiction Rai “Non è mai troppo tardi”

di Pietro Licciardi

Leggi tutto

«È il lavoro che conferisce la dignità all’uomo, non il denaro» (Papa Francesco)


Invito al convegno organizzato all’ICEF Roma: “I soldi si fanno con i soldi?” (venerdì 12 aprile, ore 20.45)

“Qualcuno pensa, sbagliando, che i soldi si fanno con i soldi. I soldi, quelli veri, si fanno con il lavoro. È il lavoro che conferisce la dignità all’uomo, non il denaro”. Da questo passaggio centrale dell’intervista a Papa Francesco pubblicata il 7 settembre 2018 da “Il Sole 24 Ore”, la prima di un Pontefice mai rilasciata a un giornale economico-finanziario, partiranno venerdì prossimo, 12 aprile, i relatori del convegno su: “I soldi si fanno con i soldi?”. Presentati da Calogero Mauceri, Consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri, tratteranno il tema l’imprenditore Giorgio Paglia, presidente della “Strategy & People – Innovation for Value Creation” ed Eutimio Tiliacos, segretario generale della “Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice”. Appuntamento alle 20,45, presso la Sala ICEF di viale di Belle Arti 4. Ingresso libero.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito: www.icef.it.

Integriamoli o niente!

in Il Borghese anno XIX n. 4 aprile 2019

di Giuseppe Brienza

Pietro Licciardi, toscano, giornalista professionista da più di vent’anni, è il direttore responsabile di Melting, il giornale dei nuovi italiani, testata nata otto anni fa che ha dovuto però chiudere i battenti travolta dalla crisi. Adesso ci riprova mettendo in campo alcune iniziative e una campagna di raccolta fondi attraverso la rete. L’abbiamo intervistato per Il Borghese.

Leggi tutto

Il sogno di uno solo è solo un sogno, con il sogno di molti, la realtà inizia

La LEF presenta “La Repubblica di Barbiana”, libro che raccoglie l’esperienza alla scuola di Don Milani di Paolo Landi, ex allievo del Priore che, da figlio di mezzadri, è diventato sindacalista a livello europeo

La LEF, casa editrice che ha finora pubblicato tutti i libri e le opere di Don Lorenzo Milani (1923-1967), sta promuovendo quest’anno il volume di Paolo Landi La Repubblica di Barbiana – La mia esperienza alla scuola di Don Lorenzo Milani” (Libreria Editrice Fiorentina, Firenze 2018, pp. 344, € 15). Grazie all’esperienza di questo ex allievo della Scuola Popolare che, da figlio di mezzadri, è diventato Segretario Generale e fondatore di Adiconsum, Segretario Nazionale del sindacato CISL dei Tessili Roma e, infine, Presidente di FCS – Fondazione Consumo Sostenibile, che dal 2011 promuove la responsabilità sociale d’impresa e la cooperazione fra le associazioni europee, il libro ci descrive una “sovranità” in senso lato, acquisita grazie al messaggio ricevuto dal Priore fiorentino, nata in primo luogo dal suo insegnamento ed esempio. Alla scuola di Barbiana si è formata insomma una specie di “repubblica”-comunità, i cui partecipanti hanno sviluppato una conoscenza e una consapevolezza che li ha messi in grado di inserirsi pienamente nella società promuovendo istanze di giustizia e di solidarietà.

Nella “Repubblica di Barbiana” i ricordi di Landi lasciano “scoppiettare” i messaggi profetici di Don Milani, spesso consegnati ai ragazzi e non sempre adeguatamente presentati nei libri “ufficiali”. Un volume quindi interessante, unico ed originale nel suo genere, per ordinare il quale (o per chiedere ulteriori informazioni) si può contattare la Libreria Editrice Fiorentina in via de’ Pucci, 4 – 50122 Firenze (tel. 055/579921 – Fax 055/2399342 – posta elettronica: editrice@lef.firenze.it).

Il prossimo appuntamento di presentazione è venerdì prossimo, 5 aprile, a Frascati (Roma), alle ore 18.30. L’incontro, organizzato dal Consiglio Pastorale parrocchiale, si terrà nei locali della Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore a Cocciano (via Giuseppe Romita 1).

“Competenze per la vita”: perché sono importanti?

Sabato 6 aprile a Roma seminario di formazione organizzato dal Centro culturale Laurento e dall’associazione far-Famiglia del prof. Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva. Si parlerà di “Life skills: perché sono importanti?”


Che cosa sono le Life Skills? Si tratta di un’espressione traducibile in italiano con “competenze per la vita” che serve per indicare tutte quelle capacità acquisite tramite insegnamento o esperienza diretta che vengono utilizzate per gestire problemi, situazioni e domande con le quali si ha che fare comunemente nella vita quotidiana. Le Life Skills consentono insomma alle persone di operare nelle varie circostanze ambientali e sociali con “competenza” sia sul piano individuale sia su quello collettivo. Ne parlerà sabato 6 aprile a Roma il prof. Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, nel seminario di formazione organizzato dal Centro culturale Laurento e dall’associazione far-Famiglia da titolo: “Life skills: perché sono importanti? Sviluppare le capacità emotive e cognitive nei figli”. La partecipazione all’incontro è gratuita ma si consiglia di confermare la propria presenza inviando una mail a: presidente@farfamiglia.it. L’appuntamento è alle ore 17,30 nell’Aula Magna della Residenza Universitaria Internazionale (RUI) di viale Africa 27, nel quartiere romano dell’EUR. Introduce l’Ing. Carlo Messina, Presidente dell’associazione far-Famiglia.

Babbo dove sei?

Mai essere solo “amici” dei propri figli…

Invitiamo all’incontro culturale, organizzato dall’associazione Castelromano, con il prof. Pierluigi Bartolomei, pubblicista, preside della Scuola di formazione Elis, attore e padre di famiglia numerosa dal titolo: “Babbo dove sei: genitori troppo amici o amici poco genitori?”.
Si terrà domenica prossima, 24 marzo, alle 16.30, a Castel Gandolfo, presso il Centro Convegni Castelromano di via Santa Caterina 4 (al km. 23 della via Appia).
L’ingresso è gratuito ma è consigliabile scrivere una mail a amministrazione@associazionecr.it.

Come fu che divenni CCP

Rino Cammilleri, scrittore e saggista, racconta in un volume edito da Lindau la sua conversione: da anarchico edonista e sciupafemmine a Cattolico, Credente e Praticante

di Pietro Licciardi

Lo scrittore, saggista e apologeta Rino Cammilleri – con due emme – non ha la fama di quell’Andrea autore di libri gialli e neppure di Umberto Eco, benché abbia anche lui scritto un romanzo ambientato nel Medioevo. Nonostante ciò ha un numeroso pubblico di attenti lettori e di fan affezionati. E’ insomma un “personaggio” e come tanti altri “personaggi” ha appena pubblicato per i tipi della Lindau la storia della sua conversione: da anarchico, borghese, edonista e sciupafemmine a C.C.P., cattolico, credente e praticante.Cosa accade nella vita di un uomo, o di una donna, quando si converte e scopre la fede? Tutto e niente.

Leggi tutto