“Competenze per la vita”: perché sono importanti?

Sabato 6 aprile a Roma seminario di formazione organizzato dal Centro culturale Laurento e dall’associazione far-Famiglia del prof. Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva. Si parlerà di “Life skills: perché sono importanti?”


Che cosa sono le Life Skills? Si tratta di un’espressione traducibile in italiano con “competenze per la vita” che serve per indicare tutte quelle capacità acquisite tramite insegnamento o esperienza diretta che vengono utilizzate per gestire problemi, situazioni e domande con le quali si ha che fare comunemente nella vita quotidiana. Le Life Skills consentono insomma alle persone di operare nelle varie circostanze ambientali e sociali con “competenza” sia sul piano individuale sia su quello collettivo. Ne parlerà sabato 6 aprile a Roma il prof. Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, nel seminario di formazione organizzato dal Centro culturale Laurento e dall’associazione far-Famiglia da titolo: “Life skills: perché sono importanti? Sviluppare le capacità emotive e cognitive nei figli”. La partecipazione all’incontro è gratuita ma si consiglia di confermare la propria presenza inviando una mail a: presidente@farfamiglia.it. L’appuntamento è alle ore 17,30 nell’Aula Magna della Residenza Universitaria Internazionale (RUI) di viale Africa 27, nel quartiere romano dell’EUR. Introduce l’Ing. Carlo Messina, Presidente dell’associazione far-Famiglia.

Babbo dove sei?

Mai essere solo “amici” dei propri figli…

Invitiamo all’incontro culturale, organizzato dall’associazione Castelromano, con il prof. Pierluigi Bartolomei, pubblicista, preside della Scuola di formazione Elis, attore e padre di famiglia numerosa dal titolo: “Babbo dove sei: genitori troppo amici o amici poco genitori?”.
Si terrà domenica prossima, 24 marzo, alle 16.30, a Castel Gandolfo, presso il Centro Convegni Castelromano di via Santa Caterina 4 (al km. 23 della via Appia).
L’ingresso è gratuito ma è consigliabile scrivere una mail a amministrazione@associazionecr.it.

La famiglia società sovrana e le sue implicazioni politiche: il “voto familiare”

1.La famiglia società sovrana nella “Lettera alle famiglie”

La tesi secondo cui la famiglia è la cellula della società ha avuto, nell’Occidente cristiano, una plurisecolare realizzazione istituzionale, sia nel costume sia nella legge. Essa è stata ben descritta da papa Giovanni Paolo II (1978-2005) con l’espressione di “famiglia sovrana”, contenuta nella Lettera alle famiglie del 2 febbraio 19941. Egli utilizza più volte questo termine, nuovo almeno nella sua formulazione, per rivendicare una reale originarietà, nonché “indipendenza” sociale e politica, della famiglia rispetto alla società ed allo Stato.

Leggi tutto

L’“onda lunga” della Rivoluzione Francese nel diritto di famiglia italiano

Le “riforme” dell’ordinamento della famiglia che in Italia hanno caratterizzato il decennio che va dalla seconda metà del 1960 a quella del 1970 possono a giusto titolo identificarsi, come ha rilevato Giuseppe Dalla Torre, con un processo di emancipazione dell’individuo dalla stessa, messo in moto teoricamente almeno due secoli prima, con la filosofia e la prassi della Rivoluzione detta francese del 1789.

Leggi tutto