Il 19 ottobre (sempre col Tricolore) in piazza a Roma

COMUNICATO

Rete famiglie Roma pur non facendo parte di alcuna formazione politica parteciperà il 19 Ottobre prossimo a Roma alla manifestazione indetta dalla Lega e da Fratelli d’Italia per chiedere le dimissioni dell’attuale governo di sinistra; l’ennesimo insediatosi alla guida del Paese senza avere ricevuto un mandato diretto da parte degli elettori.

Rete famiglie Roma costata come l’attuale coalizione, nonostante non disponga più del consenso della maggioranza degli Italiani, intende continuare a smantellare l’istituto familiare in via diretta, dando seguito sul piano normativo ad una politica orientata ad accogliere le istanze provenienti dal mondo lgbt, peraltro largamente minoritario, e indiretta proseguendo sulla strada dell’aumento, palese o occulto, della pressione fiscale.

Rete famiglie Roma rileva inoltre l’assoluta mancanza nei programmi e nel dibattito politico in seno all’attuale maggioranza parlamentare di misure capaci di frenare il drammatico calo demografico – che sta diventando un vero e proprio suicidio – il quale nel medio termine porterà ad un dissesto economico-produttivo del Paese e al collasso di ciò che resta del welfare, oltre a determinare ulteriori tensioni nelle famiglie, con figli, sempre più impossibilitati a farsi carico di genitori anziani e altri componenti non autosufficienti.

Rete famiglie Roma ritiene inderogabile uscire dall’attuale fase di democrazia solo nominale per tornare a dare piena sovranità al popolo italiano, secondo lo spirito della Costituzione, affinché gli elettori abbiamo nuovamente la libertà di scegliere i programmi politici e di promuovere o bocciare col proprio voto partiti e politici che non rispettano gli impegni assunti.

Quando la scuola e la cultura sono libere, sul serio

Il Populista 13 Giugno 2019

In Francia l’inserimento di corsi di arabo nella scuola pubblica per “occidentalizzare” l’islam ha prodotto in realtà l’effetto opposto: islamizzare l’Europa. All’emergenza educativa, alla perdita delle radici e all’indottrinamento laicista e gender le famiglie reagiscono anche con le “scuole parentali”. A San Benedetto del Tronto c’è la “Gilbert Keith Chesterton”, una esperienza educativa e culturale da imitare

di Pietro Licciardi

Leggi tutto

Un popolo in cammino per difendere la vita… del concepito e la nostra

Il Populista 20 Maggio 2019

Dal 1978 a oggi sei milioni e molti più esseri umani innocenti uccisi dalla legge 194 sull’Ivg. Persone che avrebbero dovuto pagare le nostre pensioni, che avrebbero dovuto acquistare i beni prodotti dalle nostre imprese e aumentare la ricchezza del Paese. Una questione che dovrebbe riguardare tutti e non solo i prolife.

di Pietro Licciardi

Leggi tutto

Aiutiamoli a casa loro. Facile a dirsi…

Il Populista 25 Aprile 2019

A dire che la “carità uccide” è un’africana: Dambisa Moyo, dottorato in economia a Oxford, un master ad Harvard, una consulenza alla Banca mondiale come economista, diventata popolare in tutto il mondo con un libro edito in Italia nel 2011: “La carità che uccide”, appunto. Vi critica duramente molte delle Ong attive nella raccolta di aiuti in quanto sarebbero interessate a perpetuare la povertà per giustificare la loro esistenza. Da rileggere

di Pietro Licciardi

Leggi tutto